Cosa visitare a Montepulciano

Visitare Montepulciano Toscana consigli itinerario monumenti attrazioni 6/8/2015

CONDIVIDI

Visitare Montepulciano. Una cittadina medievale di rara bellezza arroccata sulla cima di un colle tra Val d’Orcia e Val di Chiana, un borgo unico con eleganti palazzi rinascimentali, antiche chiese, splendide piazze e piccoli angoli nascosti. Montepulciano dista circa 10 Km dal nostro agriturismo, base ideale per visitare questo splendido angolo di Toscana.


I nostri consigli. La visita di Montepulciano richiede almeno 4 ore e noi vi consigliamo di partire dal basso percorrendo il Corso fino a Piazza Grande. In alternativa potete lasciare l’auto in uno dei parcheggi a pagamento più in alto e fare il percorso inverso, rimandando la salita. Una passeggiata per le vie di Montepulciano è il miglior modo per scoprire la città e al tempo stesso per godere della vista mozzafiato della campagna circostante che si estende dal lago Trasimeno alla Val d’Orcia!


Montepucliano Panorama


Iniziamo la visita dalla parte più bassa della città: attraversando Porta al Prato si entra subito nel Corso, la strada principale che attraversa Montepulciano e da cui si dirama un labirinto di vicoli e stradine pittoresche tra cantine, enoteche, negozi di prodotti tipici, ristorantini, artigianato e arte. Il primo monumento che si incontra è la Colonna del Marzocco, sovrastata dal leone araldico di Firenze e dopo una serie di palazzi signorili si giunge alla Chiesa di Sant’Agostino, progettata dal Michelozzo, all’interno della quale si può ammirare un crocifisso attribuito a Donatello. Di fronte alla chiesa di Sant’Agostino, colpisce l’attenzione una curiosa “casa torre” alla cui sommità svetta la figura di Pulcinella che batte le ore di un grande orologio.


Proseguendo lungo il Corso, la strada comincia a salire fino a Piazza delle Erbe dove una piccola pausa è d’obbligo. Continuando ancora si incontrano altri palazzi rinascimentali, piccole chiese e ovviamente altre cantine ed enoteche dove sorseggiare un ottimo calice di vino Nobile di Montepulciano. Potete scegliere se proseguire lungo il Corso o provare ad esplorare i numerosi vicoli che salgono per raggiungere la splendida Piazza Grande, senz’altro una delle più belle di tutta la Toscana, il cuore di Montepulciano e palcoscenico dei più importanti eventi della città, tra cui il celebre Bravio delle Botti. Qui oltre ad assaporare l’incredibile atmosfera evocativa che suscita questa piazza, potrete visitare il Duomo, Palzzo Contucci ed il Palazzo Comunale, salendo sulla torre per godere di una vista davvero strepitosa.


La passeggiata prosegue verso l’ultima tappa della visita, l’antica Fortezza dove spesso si tengono interessanti mostre d’arte. La Fortezza è circondata da uno splendido giardino.
Altra attrazione che vi consigliamo senz’altro di visitare è il tempio di San Biagio che sorge fuori dalle mura ai piedi di Montepulciano. San Biagio è un luogo magico, un santuario unico ed imponente in travertino e dalla forma molto particolare, visibile dallato della città. Il tempio di San Biagio rappresenta uno dei migliori esempi dell’arte rinascimentale.


Piazza Grande Montepulciano Pozzo dei grifi e dei leoni


COSA VISITARE

LA CATTEDRALE

Nel 1561 Montepulciano venne elevata a sede vescovile ed i poliziani vollero quindi trasformate la Pieve di Santa Maria in una Cattedrale.
I lavori iniziarono nel 1570 ma dopo 16 anni di demolizioni i Poliziani erano scontenti dell'opera decisero di apportare grosse modifiche al progetto iniziale.
A seguito di un concorso di idee, il progetto fu affidato, dopo 8 anni, all’orvietano Ippolito Scalza. I lavori terminarono nel 1680, ben 63 anni dopo la morte di Scalza e la trasformazione dell’antica pieve in cattedrale costò ben 72.000 fiorini, senza ultimare la facciata a mattoni e conci di travertino e lasciando intatta la precedente torre campanaria. La facciata “non finita” può ingannare, ma una volta entrati si ha l’impressione che la cattedrale sia molto più grande delle sue dimensioni reali: a croce latina, suddivisa in tre navate separate da pilastri che sorreggono archi a tutto sesto, la Cattedrale custodisce il grande trittico dell’Assunzione di Taddeo di Bortolo che spicca dietro l’altare.



IL PALAZZO COMUNALE

Questo splendido palazzo domina Piazza Grande e somiglia in maniera impressionante a Palazzo Vecchio di Firenze, somiglianza voluta personalmente da Cosimo I dei Medici. L’architetto Michelozzo Michelozzi lavoro alla costruzione del palazzo dal 1424 al 1440, il piano terra è rivestito in bugnato mentre il resto della facciata è in travertino e la merlatura del terrazzo è a merli guelfi. Il terrazzo è visitabile a pagamento ed è una tappa obbligatoria per chi vuole godere di una vista originale di Piazza Grande e dello splendido panorama circostante. Da visitare inoltre gli interni con il pozzo e le lapidi ottocentesche.


IL POZZO DEI GRIFI E DEI LEONI

Il pozzo dei Grifi e dei Leoni si trova in Piazza Grande nel piccolo slargo tra il Palazzo del Capitano del Popolo ed il Palazzo dei Nobili Tarugi.
Il pozzo fu disegnato da Antonio da Sangallo e colpisce subito il bellissimo stemma dei Medici al centro dell'architrave del pozzo, con le sei palle sul davanti ed il giglio di Firenza sul retro, in mezzo ai due leoni.



Tempio di San Biagio Montepulciano


TEMPIO DI SAN BIAGIO

Dove oggi sorge il Tempio di San Biagio fino al 1518 c'erano i resti di una pieve millenaria. Su uno dei muri si trovava un affresco databile al trecento senese raffigurante "la Madonna col Bambino e San Francesco". A questo affresco vennero attribuiti alcuni miracoli e proprio per questo i poliziani decisero di costruire il tempio.
Antonio da Sangallo il Vecchio disegnò il Tempio con una forma a croce greca, all'interno l'opera più importante è il dossale marmoreo posto dietro l'altare maggiore e al centro del dossale trova posto l'affresco miracoloso tra le statue di San Giovanni Battista, Santa Caterina da Siena, Santa Agnese e San Giorgio.
Molto belle le decorazioni della volta completate verso il 1650 e la vetrata.



I PALAZZI

- Palazzo Contucci: in Piazza Grande progettato da Antonio da Sangallo il Vecchio e completato da Baldassarre Peruzzi

- Palazzo Nobili Tarugi: in Piazza Grande progettato di Antonio da Sangallo il Vecchio

- Palazzo Capitano del Popolo: in Piazza Grande

- Palazzo Ricci: in Via Ricci, è il palazzo della musica

- Palazzo Neri Orselli: in Via Ricci, sede del Museo Civico

- Palazzo Benincasa: in Via Ricci, in facciata ha il volto di Gian Gastone dei Medici

- Palazzo Cervini: in Via di Voltaia

- Palazzo Gagnoni Grugni: in via di Voltaia



LE CHIESE

- Chiesa di Sant'Agostino

- Chiesa del Gesù

- Chiesa di Santa Lucia

- Chiesa Santa Maria dei Servi

- Chiesa di Sant'Agnese

- Chiesa di Santa Maria delle Grazie

- Tempio di San Biagio

-Chiesa di San Francesco


Bravio delle Botti Montepulciano


GLI EVENTI

Montepulciano viene animata durante tutta l’estate da una serie di eventi culturali e folcloristici, citiamo i più importanti come il Cantiere Internazionale dell’Arte, importante rassegna musicale giunta ormai alla quarantesima edizione che si tiene durante il mese di luglio, il Bruscello Poliziano, rappresentazione teatrale popolare che si tiene nel mese di agosto ed infine l’evento principe della città: il Bravio delle Botti, un’originale corsa con le botti che percorre l’intero paese fino al traguardo in Piazza Grande. La gara si tiene l’ultima domenica di agosto e vede sfidarsi le 8 contrade di Montepulciano.


I PRODOTTI TIPICI

Ovviamente non si può visitare Montepulciano senza degustare il suo vino Nobile che è uno dei vini più apprezzati sia in Italia che all'estero. Durante la visita avrete solo l’imbarazzo della scelta su quale cantina o enoteca scegliere. La città offre infine gustosi piatti locali della tradizione, dai pici, ai formaggi, ai salumi, alla cacciagione e tante specialità tipiche da provare in una delle osterie del centro storico.



>>LEGGI ALTRO SU “COSA FARE”


>>SCOPRI DOVE SIAMO


>>IL NOSTRO AGRITURISMO







MAPPA


Se ti interessano indicazioni di google clicca qui >>